INCENTIVI PER ADOTTARE UN CANE, COSA NE PENSI?

Su animali e animali di oggi viene pubblicata la notizia dell’iniziativa del comune di Chieti che ha previsto un contributo di 350 euro a chi adotter? uno dei cani del rifugio comunale.
Siete favorevoli a questo tipo di iniziative?

24 Commenti a “INCENTIVI PER ADOTTARE UN CANE, COSA NE PENSI?”

  1. Robi scrive:

    Detta cos?, posso immaginare quanti faranno la fila per portarsi via qualche cucciolo per incassare e poi abbandonarli da qualche parte. Sembra quasi uno scaricabarile del comune per liberarsi di tanti randagi! Come al solito non si pu? pensare di risolvere i problemi liberandosene ! Perch? invece non proporre la cosa a chi dimostri di avere gi? da tempo un animale, con tanto di visita di un messo comunale presso il luogo dove dovrebbe risiedere il cane e valutazione del comune circa l’effettiva attuabilit? dell’adozione (spazi, igiene ecc.) ? Magari con controlli periodici, mirati a verificare lo stato di salute degli animali.

  2. vale scrive:

    ciao licia, ho letto l’articolo di incentivazione con danaro per adotare cani dai canili, direi che la cosa non dovrebbe essere, pero’ posso dirti che vedendo che proprietari e cani ci son in giro, io ho avuto meticci da piccola ora ho cani di una razza, ma questo non vuol dire che se potessi adotterei cani dai canili, ho una casa con giardino, ma la casa e’ 50 mq e lavoriamo entrambi.

    A parte questo, io posso dire che per chi ama i cani e non ha diciamo aspirazioni, parola grossa, di fare cuccioli di cani di razza, mettersi a studiare le varie cose per farli bene e non trovarsi con cuccioli malati ecc,

    direi ottima cosa !!!! un cane in canile cucciolo o medio grande di eta’ o anche adulto non mi intendo nel far coabitare un cane adulto in famiglia, ho avuto sempre cuccioli, in ogni caso.

    La cosa e’ ottima, so’di famiglie che lo fanno o lo hanno fatto e devo dire hanno fatto rivivere un cane che in canile era ridotto malissimo, non lo riconosci piu’ dopo un poco di amore in famiglia, e poi direi anche gli anziani soli o quasi, potrebbero adottarli avendo un aiuto dal comune come nell’articolo che dici, ovvio le pensioni sono quello che sono, ma se vogliono un cagnetto tutto aiuta, e aiuterebbe loro per compagnia , ed il cane a non rimanere chiuso in una cella, magari nato o a vita li ‘ dentro.-

    Considerando che ci sono canili lager , la cosa sarebbe utile specie in quelle citta’ e regioni, ma in tutta Italia con poco si puo’ fare, anche perche’ poi non tutti ovviamente adottano, quindi i vari comuni non butterebbero via tanti soldi, dico buttare, perche’ visto il mio comune come tantissimi altri , dare soldi per fare canili miglori, o citta’ vivibili per cani e proprietari non e’ una cosa fattibile.-

    Ben vengano sindaci o assessori che sponsorizzano l’adozione di cani , con qualche centinaio di euro, penso che lo farebbero tutti… mah, se andassero ogni tanto dentro i canili delle loro citta’ o anche di altri.–

    ciaoo vale

  3. Carmen scrive:

    Non sono favorevole in quanto se uno vuole adottare un cane deve farlo con il cuore e non per i soldi.Spero che questo non peggiori la situazione, prima si d? il contentino al cane poi dopo qualche mese lo si abbandona.

  4. Una semplice telespettatrice scrive:

    Ho paura anch’io che sia l’ennesima forma di speculazione e scaricabarile, non bastano due visite: una per l’affido e l’altra prima di saldare la somma. Qualcuno per quei soldi sarebbe anche disposto ad addottare anche pi? di un cane.

    E poi il valore di una vita di un’uomo o di un animale d’affezione non hanno prezzo!!!

  5. Idanna scrive:

    Per i cani del Comune di Udine i contributi sono attivi da tre anni, le modalit? di affido dei cani sono state perfezionate nel tempo,sino ad arrivare alle attuali che prevedono un contributo elargito trimestralmente,e ammontante a circa 500,00 Euro/anno, per 5 anni consecutivi, solo ed esclusivamente per cani che hanno superato i cinque anni .Vi assicuro che non c’? mai stata la ressa!……nemmeno quando percepivano compenso anche i richiedenti di animali da due anni in poi. Sono stati affidati in tre anni 27 cani su una media di 120 presenze.Vengono effettuati controlli sulla salute degli animali con vari sistemi (tramite le volontarie del canile, telefonicamente o in casi dubbi tramite vigili comunali).Risultato POSITIVO!

  6. pino scrive:

    ? senzaltro una buona iniziativa quella dell’incentivo per? un cane adottato senza incentivi ha un significato diverso – affetto e amore verso gli animali-

  7. Tatiana scrive:

    Mi spiace dirlo ma non mi fido abbastanza delle persone. Forse sarebbe pi? utile e sicuro usare quei soldi per sterilizzare le cagne, migliorare le condizioni dei canili pubblicizzando maggiormente le possibilit? di adozioni anche tramite volantini. Deve essere ben chiaro per? come devono essere trattati gli animali dopo l’adozione e soprattutto i doveri dei padroni che troppo spesso dimenticano per comodit?.
    Cari saluti.

    Tatiana

  8. vanessa scrive:

    Ciao Licia,io sono d’accordo con chi dice che chi ama varamente gli animali, non ha bisogno di alcun incentivo, basta una scodinzolata e la vita ? serena!!!E poi chi ti dice che i cani adottati con l’incentivo dopo vengono trattati bene???
    Non c’? bisogno dell’incentivo quando si ama con il cuore!!!!!!

  9. bruno scrive:

    a dir la verit? in un mondo perfetto non dovrebbe esistere nessun incentivo sia per un animale che per un qualsiasi essere umano,comunque il comune di chieti fa bene

  10. Fabrizio scrive:

    Sono assolutamente contrario a questa iniziativa stupida e inutile.. Chi ci assicura che il cane non verra poi abbandonato subito dopo? No, mi dispiace ma non mi fido di questa iniziativa e soprattutto non mi fido delle persone che per i soldi sono addiritura capaci di ucciderti. E poi, ci vogliono 350 euro per adottare un bellissimo cane? no, ci vuole l amore e il cuore e anche tanta considerazione per gli animali, che non ci chiedono altro che un posto caldo e il cibo neccessario. E il minimo che possiamo fare. Una domanda che mi viene in mente ?: in strada ci sono tanti cani che vagano, al freddo e esposti ai mille pericoli… cosa vale di piu: avere 350 euro oppure la gioia di vedere un cane felice, che ti riempie di coccole, perche l hai tolto dalla strada? Non ci deve sempre essere una soluzione con i soldi… Non abbandoniamoli…

  11. Jessica scrive:

    Mi associo a chi ritiene tale iniziativa possa favorire l’adozione da parte di chi non ? realmente intenzionato a voler bene al cane, bens? solo a intascare i soldi. Gli abbandoni potrebbero moltiplicarsi alla stessa velocit? delle adozioni ottenute grazie a questa iniziativa! ? vero che ci sono persone che magari vorrebbero tanto un amico a 4 zampe ed hanno oggettive difficolt? economiche, per cui un aiuto per i primi tempi (a volte quelle pi? dispendiosi, se il canile non ha provveduto a prime visite, analisi, vaccini ecc.) potrebber incentivarli, per? che dire… faccio volontariato presso la colonia felina dei gatti della piramide (www.igattidellapiramide.it), e vedo che per quanto si possa stare attenti con moduli firmati, richiesta di documenti e di disponibilit? a ricevere visite di controllo ecc., il margine di rischio di capitare di fronte a persone che non meritano la tua fiducia e quella della bestiolina che gli dai ? enorme e difficilmente eliminabile con totale certezza. penso che questa iniziativa rischi fortemente di peggiorare anzich? migliorare le cose, anche se ? triste dirlo.

  12. vale scrive:

    ciao licia, vedo che siamo pro e contro al fatto dell’aiuto del comune con soldi alcuni pochi alcuni tanti, per adottare un cane de canile, vorrei far notare ad alcuni, ovviamente poi rimarremmo della stessa idea, che tanta gente prende cani dai canili o pure comperati a natale e poi li lascia alla prima estate, quindi il discorso soldi, vale poco , e direi anche che prendendo un cane cucciolo con i vari vaccini ecc. e controlli, o un cane adulto e quindi pure controlli e magari qualche malattia che nella eta’ adulta arriva, o di vecchiaia, i 200 euro o 300 all’anno e da come ho capito solo per il primo anno, forse bastano solo per queste cose , non so quanti di queste persone che sono contrarie sanno quanto costi un veterinario oggi, beh per una puntura trivalente vaccino circa 37 euro, senza contare i controlli in entrambi i casi sia per un cucciolo sia per un adulto, e il mangiare e tante altre cose, il cane dal canile SI DEVE prendere pere amore, ma preferisco che alcuni lo prendano, magari non potendo spendere ma volendolo ed amandolo anche con incentivi, inquanto questi cani sono sotto il patrocinio del sindaco che ne’ risulta proprietario se sono canili comunali e quindi , direi che meglio essere solo con una ciotola che in 100 con poco sempre nella stessa ciotola, sotto acqua , neve o altro se sono canili non decenti , diciamo una parola educata, il fatto dell’amare il cane o del prendere un cane con incentivo , come ha detto qualcuno se non lo vuoi anche se ti danno 1.000 euro non lo prendi, e fanno bene a farlo quelli che non lo prendono perche’ o non amano i cani, o cmq si rendono conto di non poterlo custodire o seguire come dovrebbe essere.-

    il fatto che poi si trovino il prossimo anno nelle strade o altro, direi che la cosa ormai e’ diventata una frase ovvia e fatta, si e’ provato a salvare cani dalle famiglie che hanno il cucciolo sotto natale, e poi per l’estate lo mollano sia che lo abbiano pagato , e nei canili ci sono cani di razza, sia che sia meticcio, e non cambia niente..

    se la gente ha il cuore di pietra lo ha comunque.
    Se un aiutino , scusate la parola, puo’ portare un cagnetto a casa di qualcuno e cmq non gli vengono consegnati i solti tutti e subito e ci sono controlli, io direi che il cane farebbe salti di gioia.

    ciao vale

  13. Jessica scrive:

    @ vale: ho animali da prima di nascere e sono un’attivista ormai da anni… s?, conosco benissimo i costi ed infatti, se tu avessi letto bene il mio commento, a un certo punto vi avresti trovato questa parte:

    “? vero che ci sono persone che magari vorrebbero tanto un amico a 4 zampe ed hanno oggettive difficolt? economiche, per cui un aiuto per i primi tempi (a volte quelle pi? dispendiosi, se il canile non ha provveduto a prime visite, analisi, vaccini ecc.) potrebber incentivarli”

    resto ugualmente contraria all’incentivo, perch? ti assicuro che dove viene utilizzato, gli abbandoni lampo aumentano… quelli fatti subito dopo l’adozione del cane, adottato solo ed esclusivamente per metterseli in tasca quei soldi! casa luca, del resto, insegna… anche se l? si trattava di un canile, perci? cosa diversa. resta il fatto che casa luca non ? che l’esempio di tanti altri canili che hanno fatto scandalo per lo stesso motivo: cani tenuti senza cibo, senza acqua, senza igene, senza cure, al solo fine di prendere le sovvenzioni statali. non dico di togliere le sovvenzioni statali ai canili, anzi lungi da me, per me dovrebbero anche aumentarle, ma nel caso dei canili ? quanto mai doveroso che lo stato effettui i dovuti controlli, cosa che purtroppo non avviene! ora sto andando fuori tema, voglio dire che purtroppo, per quanto io la pensi come te sulle persone che potrebbero amare il cane se solo avessere un aiuto, purtroppo resta il fatto che gli incentivi richiamano un enorme numero di gente che prende il cane SOLO per quei soldi e di certo non per amarlo e usarli per lui… per i controlli sono d’accordo con te, ma c’? un piccolo particolare: molti gattili e colonie li prevedono, cos? come molti canili, e cosa succede? che se il cane sparisce, ci si sente dire “? morto investito”, o cose cos?… e tu certo non hai le prove del contrario. tuttalpi? potrebbe essere valido un altro sistema: quello di non dare quei soldi a chi adotta, bens? ad un veteriario fidato, e indirizzare l? le persone per le cure pagate con tale sovvenzione.

  14. daniela scrive:

    meglio sarebbe elargire i contributi sotto forma di pagamento diretto di cure veterinarie per esempio(vedi sterilizzazione, vaccini etc.)o cibo, cominciando dalle persone meno abbienti e anziani per le quali un cagnolino ? spesso l’unica compagnia e divide con amore incondizionato anche gli stenti che una pensione ridicola impone a molte persone

  15. simo scrive:

    vorrei un cucciolo per nicolo

  16. franky scrive:

    mi date notizie sulle sovvenzioni statali per avviare un canile.
    ? vero che il comune ove ? situato un canile elargisce un contributo giornaliero per ogni cane presente nel determinato canile?

  17. Electric toothbrush scrive:

    Electric toothbrush

    Keep up hygiene of a mouth

  18. URULA CONSUELO BENEFICO scrive:

    IO HO ADOTTATO 5 CANI RANDAGI, NON DAI CANILI, LI HO RACCOLTI IN CONDIZIONI PIETOSE DALLA STRADA. PURTROPPO NON HO NE LO SPAZIO NECESSARIO NE E POSSIBILITA ECONOMICHE PER POTER FARE DI PIU E VORREI SAPERE SE C E LA POSSIBILITA DI CHIEDERE DI POTER USUFRUIRE DI SPAZI INUTILIZZATI NON EDIFICABILI NON COLTIVABILI PER POTER RACCOGLIERE E SALVARE DAI PERICOLI DELLA STRADA E DALLA FAME ALTRI CANI POCO FORTUNATI,CON O SENZA SOVVENZIONI DEL COMUNE, CONSIDERADO L ATTUALE DISSESTO FINANZIARIO DELLA MIA CTTA: TARANTO.

  19. Fondo Milanese per la Protezione dell'Infanzia scrive:

    In che modo sei riuscito a risparmiare i soldi da investire nel fondo della tua associazione?

    Ho dovuto faticare per 4 anni circa, poi ? diventato tutto semplice.

    Stampavo un giornale, nel 1988 cominciai a stampare il famoso Ecometropoli, un mensile ecologista diffuso sul territorio milanese in alcune migliaia di copie.

    Lo regalavo con offerta libera, e ci mettevo su delle pubblicit?. Per abbassare i costi andavo con la mia fidanzata anche dal tipografo.

    Versavo in un fondo di aziende che rispettano i diritti dei lavoratori, dell’ambiente e dei consumatori il 10% del ricavato di quello che guadagnavo dal tipografo, il 10% delle offerte libere e il 10% degli sponsor

    Cos? anche quando cercavo autofinanziamenti per la campagna a difesa dei popoli indios. Il 10 % delle mie raccolte spicci, li versavo nel fondo.

    Poi quando invitavo persone al mio centro sociale, siccome lavoravo gratis, quando c’erano le feste, versavo nel fondo la mia quota che non versavo nella cassa del centro sociale per bere o entrare.

    Poi quando un mio carissimo amico, un grande eroe, fu lasciato solo dalla LOC e dalla sua organizzazione a combattere contro le lobby delle armi, del servizio miltare obbligatorio e subiva un processo dopo l’altro, non riusciva a trovare lavoro in nessun modo, gli agenti dei servizi segreti lo pedivano e andavano ad importunare la sua ragazza e lo diffamavano come uno stupidotto… siccome l’unico lavoretto che aveva trovato era quello di andare a pulire le vetrine dei negozi, io tutte le mattine alle 9 lo svegliavo, lo andavo a prendere in macchina , lo portavo dai negozianti, stampai un biglietto da visita per trovare altri clienti, lo aiutavo a pulire i vetri, a tenere la scala, a pulire gli stracci, a cambiare i secchi dell’acqua. Facevamo met? per uno di quello che guadagnavamo e tolti i soldi della benzina, versavo tutto nel fondo. Una piccola impresa di pulizie a sostegno di un grande eroe della storia umana.

    E cosi via. Nel 1993 gi? non avevo pi? bisogno di chiedere offerte libere a sostegno delle mie attivit? e non raccoglievo pi? quote associative.

    Dall’autunno del 1993 poi con due gruppi di tre camioncini organizzo nei boschi della Valtellina raccolte autunnali di castagne e biomassa secca, e da allora due dei comitati autonomi che seguivo direttamente viaggiano cos? senza problemi e si sono creati anche loro un fondo per l’autofinanziamento.

    Comprai anche una fotocopiatrice usata e alcuni studenti universitari che volevano guadagnare qualche soldino venivano a far le fotocopie degli appunti. Tolte le spese facevamo met? per uno e quello che guadagnavo versavo tutto nel fondo.

    Ho continuato ad usare la tecnica del 10% sui proventi delle mie attivit? lavorative o sulla raccolta sponsor per i giornali di quartiere.

    Quando aprivo locali di quartiere con la mia associazione ed invitavo ospiti, offrivo da bere, e poi versavo nella cassa del fondo una cifra corrispondente a quello che avrei pagato offrendo da bere al bar.

    Ho sempre avuto dei salvadanai in cui mettere le monetine dei resti della spesa.

    Quando ho smesso di fumare, quello che non spendevo in sigarette lo mettevo in un salvadanaio e dopo un paio di anni sono riuscito a creare un altro fondo.

    Ho messo le pubblicit? di Google sul sito della associazione e con i ricavi ci pago i traduttori.

    Il trucco ? organizzare attivit? proporzionalmente alle entrate che generano gli investimenti ed ogni mese aggiungere qualcosa nel fondo etico solidale, anche poco, solo dieci euro, per? aggiungere qualcosa nel fondo.

    Sembrer? una cazzata , ma l’energia positiva che genera l’investimento in un fondo etico solidale BPM automaticamente retroalimenta la voglia di mettere in moto iniziative per ingrandire il fondo e con gli utili retribuire chi presta attivit? socialmente utili al servizio del genere umano, come chi presta servizi per la mia campagna 2010: Eliminazione Povert?, cos? come chi prester? servizi per il Festival Mondiale della Cultura Popolare e il Fondo Milanese per la Protezione dell’Infanzia.

    Nel frattempo tutte le altre organizzazioni di volontariato continuano a non pagare i propri dipendenti, e a dover raccogliere le monetine.

    Io pago tutti dal 1999 e non raccogliamo pi? monetine dal 1993.

  20. amelia scrive:

    Nella città in cui vivo, l’amministrazione comunale ha stabilito un compenso di soli 0,50 centesimi al giorno per un anno a chi adotta un cane dal canile comunale. Allo scadere dell’anno, gli affidatari sono invitati a presentarsi presso il canile con il cane, preso in affido, dove il vetrinario del comune accerterà le condizioni degli animali. Solo dopo ricevono il compenso e diventano proprietari del cane, firmando un regolare contratto di adozione definitiva. Per le femmine è prevista la sterilizzazione gratuita.

  21. monica scrive:

    Non sono d’accordo! E’ l’ennesima forma di speculazione che l’essere umano trova? Ponzio Pilato, poi, avrebbe saputo fare di meglio!
    Trovo che sarebbe più UTILE e dignitoso, per un’Italia che non è mai al passo con le altre nazioni europee, creare delle strutture pubbliche che assistano le famiglie che adottano uno o più cani e dei regolamenti che incentivino l’adozione quali la sterilizzazione gratuita, strutture temporanee di accoglimento di cani di persone che vanno in vacanza e proprio non possono tenere in casa l’animale o portarlo con sè, possibilità di essere accolti in alberghi, ristoranti, luoghi pubblici senza essere demonizzati in quanto poco puliti. Insomma, più che altro si tratterebbe di incentivare chi AMA già gli animali. Se io amo gli animali NON ho bisogno di essere pagata per sostenerne la compagnia! L’essere umano talvolta sa essere così meschino e piccolo da farmi prevedere miriadi di casi di speculazione se partisse mai questa cosa. Le strutture che funzionano sono PURTROPPO solo quelle di volontariato ed io e la mia associazione ne sappiamo qualcosa. Quando fai qualcosa perchè ami farla la fai col cuore ed il cuore non ha bisogno di incentivi materiali.
    E’ anche vero che il volontariato in questo campo si autofinanzia e prima o poi i finanziamenti-auto diventano impossibili da sostenere. C’è un disperato DISPERATO bisogno di denaro, vile denaro, per salvare queste bestie da un’esistenza da schifo ma il denaro SPORCA TUTTO.
    Penso anche che un’adeguata sensibilizzazione ed educazione al rispetto degli animali dovrebbe essere portata nelle scuole, invece a quanto pare qualcuno pensa ancora che ci siano problematiche più impellenti …sicuramente è così MA
    se non educhiamo da ora i nostri piccoli di carne ad amare i piccoli di pelo, che mondo ci aspetta, se è vero che il grado di civiltà di un essere umano si vede dal rapporto che ha con gli animali?
    ciao, grazie per lo spazio.
    monica
    http://egrisedisuoiamici.blogspot.com/

  22. cecilia scrive:

    non sono daccordo il cane è sepre un essere vivente e non ha prezzo e non si vende non sono i soldi che devono convincerti ad adottarlo ma il cuore lo devi amare per quello che ti dà la gioia di vivere l’allegria la fedeltà l’ubbidienza i cani sono bambini che non crescono mai e hanno bisogno di noi un caro saluto da cecilia

  23. paola scrive:

    Anche io come molti qui nel forum non sono d’accordo con l’erogazione degli incentivi. Ho adottato anche io e per giunta in estate un cagnetto meticcio non giovanissimo che qualcuno ha abbandonato senza scrupoli. La sua storia mi ha commosso: denutrito, senza pelo, malato di leishmania. Ora è con me da un anno. Sono felice di vederlo sereno, saltellante, giocherellone. Lo porto con me in vacanza, mi fa compagnia e mi rallegra con il suo musetto buffo. Fa continui progressi e constatare ciò mi ripaga ampiamente delle spese per il cibo e il veterinario. Il denaro volgarizza sempre tutto, anche se purtroppo è sempre tramite il denaro che si possono attuare delle modifiche come le migliorie necessarie ai canili. La cosa migliore è sensibilizzare l’opinione pubblica che anche gli animali devono essere rispettati e curati, trattati dignitosamente e non fatti preda di persone avide e approfittatrici.

  24. Milly scrive:

    Sono pienamente daccordo con l’iniziativa,solitamente chi non ama gli animali non pensa assolutamente ad adottarne,anche se l’incentivo soldi potrebbe tentarlo/a,le associazioni animaliste e i canili si avvalgono di volontari e professionisti che oltre a moduli e controlli pre e post affido sono in grado di capire chi veramente ama gli animali,inoltre se il cane venisse trovato in cattive condizioni verrebbe subito sequestrato,da parte mia occupandomi da piu’ di 20 anni di cani e animali in genere(la maggior parte salvati e adottati) posso garantire che a livello economico e’ uno sforzo importante (cibo,veterinario,pensioni quando piu’ di uno) e se non ci fosse amore non lo si farebbe.
    Da parte mia direi bravo/a a chi ha proposto l’incentivo,l’unica cosa che suggerisco e’ di intensificare i controlli post affido,in modo da punire chi dovesse sgarrare fin dall’inizio….
    Come qualcuno ha gia’ accennato,mi auguro che presto si possa arrivare a dimostrare quanto siamo civili, dimostrando piu’ rispetto e amore verso chi da sempre ci e’ rispettoso e fedele da tutta una vita,nonostante i torti subiti gli animali sanno perdonare (purtroppo) noi uomini non siamo cosi’ buoni :(

Scrivi un commento

Spam protection by WP Captcha-Free

Security Code: