molto da imparare da questo canetto

E’ arrivata nella nostra posta e ci ha molto colpito. Qualcosa di bello. buono, pulito.
“Li ha portati uno alla volta davanti al cancello del signor Umberto….perch? Unberto gli lasciava sempre la pappa… Un amore di volpinetto setterino ha salvato cos? i suoi cuccioli dopo la morte della mamma, investita e morta sulla strada. Ha aspettato che Umberto andasse a passare un fine settimana in quella casa dove lui trovava sempre tante crocchette di scorta ed ha chiesto aiuto a qualcuno che non si sarebbe tirato indietro…
Li ha presi con la bocca e li ha portati fino a casa di questo signore….prima quello nero, poi quello rosso..gli altri due non ? stato necessario…perch? quando Umberto ha realizzato cosa stava accadendo ha seguito il cagnolino….e ha trovato gli ultimi due… adesso sono nel giardino di questo signore…ma non possono crescere in una casa abitata solo d’estate o in qualche sporadico fine settimana… Hanno due mesi, e sono in piena salute, tre femmine e il maschietto nero…
Sarannno affidati gi? vaccinati, sverminati e microchippati…l’iscrizione all’anagrafe canina ? gratuita. sterilizzazione gratuita a 7 mesi.
Che dire, di questo canetto mammo….lo abbiamo chiamato Papi..
sono andata a prendere i cuccioli ieri, ormai hanno due mesi e cominicano ad allontanarsi…era troppo pericolo tenerli l?… A Pap? ho fatto le foto e pensavo di lasciarlo l? in attesa di adozione..ma invece… mi ? corso dietro per alcuni chilometri… correva come impazzito… dietro i suoi cuccioli…cos?, mi sono fermata e l’ho preso in braccio senza nemmeno scendere dalla macchina, 10 chili di canetto peloso…e sono ripartita con lui a bordo. ? stato buono buono sul sedile…ogni tanto guardava il trasportino con la sua prole, poi si rimetteva a cuccia…
Sono arrivata in clinica, il dottor Ricci e il dottor Zoppini che aspettavano solo i cuccioli, alla vista di questo canetto che leccava e mordicchiava i suoi figlioletti non hanno potuto fare altro che rassegnarsi ed ospitare anche un padre/mamma..
Domani saranno vaccinati e microchippati e pronti per andare a casa…speriamo che qualcuno si innamori anche di questo straodinario pap?…
marina_o@libero.it
licia

5 Commenti a “molto da imparare da questo canetto”

  1. francesco scrive:

    Quando una storia di cani in difficolt? finisce bene, io sono sempre contento, perch? considero il cane un animale non solo intelligentissimo, ma anche donevole di tanto amore.

  2. vanessa scrive:

    Tante persone divrebbero impararea a comportarsi cone i cani….rispettosi, amorevoli e mai prevaricatori!!!!un in bocca al lupo a questi cucciolotti e a Papi!!!

  3. daniela scrive:

    A me si spezza il cuore dalla commozione e parole non ne ho, vorrei avere le braccia lunghe lunghe da arrivare ad abbracciarli tutti, umani buoni e cagnolini .

  4. Claudia scrive:

    Pi? leggo storie simili di animali pieni d’amore e attenzioni, pi? mi convinco che l’essere intelligente non siamo noi ma loro, gli animali.

  5. ivalda scrive:

    i cani ti amano incondizionatamente senza discriminazioni razziali, culturali e religiose. Dovremmo imparare da loro.
    Un cane ti riempie la vita e mi d? una tristezza infinita, anzi un grande dolore sapere che “certe persone” non si fanno scrupoli ad abbandonarlo. Vergogna!!!

Scrivi un commento

Spam protection by WP Captcha-Free

Security Code: