LA TRATTA DEI DELFINI, UNA VERGOGNA

I delfini che vivono nelle acque territoriali giapponesi sono condannati?
La stagione della caccia ai mammiferi, molti dei quali appartengono a specie protette ? aperta.
Il massacro dell’anno scorso sta per ripetersi.
Il metodo che usano i pescatori giapponesi ? semplice. Una specie di rullo di tamburi subacqueo, fatto con delle spranghe d’acciaio crea una barriera sonora che impedisce ai delfini di allontanarsi verso il mare aperto.
Non resta loro altro che rifugiarsi all’interno della baia di Taiji.
Qui i pescatori compiono il massacro con gli arpioni.
In breve il mare ? rosso del sangue dei nostri amici ma anche della nostra vergogna.
Pochi si salvano e quei pochi finiranno per passare il resto della vita all’interno dei delfinari o in un parco.
Mentre guardiamo il telefilm su Flipper e godiamo della bravura “quasi umana”di questo delfino, hiudiamo gli occhi ed ascoltiamo le parole di Giovanni Guadagna, responsabile LAV settore Zoo e Acquari che ci comunica che- quasi il 65% dei delfini detenuti nei delfinari e nei parchi divertimenti proviene da catture in mare.
Tutti i delfinari esistenti in Italia, ad esempio, detengono o hanno detenuto delfini di cattura . In Giappone i principali luoghi di cattura sono Iki Island, Futo e Taiji.
Pare che pi? di mille vengano catturati solo a Taiji.
Se a questi aggiungiamo tutti quelli che arrivano dal commercio illegale di Cuba, Senegal Russia, isole Salomon, ci troviamo davanti ad una vera e propria tratta dei delfini.
Noi dovremmo essere coloro che si scandalizzano innanzi alla parola tratta , ma innanzi ad una piscina azzurra , ad un delfino che salta e che porta un uomo sulla punta del naso diciamo ai nostri figli: “guarda che belli! Che bravi!” E dimentichiamo la grande distesa di sangue che la Lav ha documentato.
Spero che con la scusa del piacere non si arrivi a giustificare anche questa atrocit?.
licia col?

13 Commenti a “LA TRATTA DEI DELFINI, UNA VERGOGNA”

  1. francesca scrive:

    Mandiamo un’e-mail di protesta all’ambasciata del giappone per i massacri di delfini nella baia di Taiji. Esprimiamo il nostro orrore per questa mattanza.
    Spieghiamo ai nostri figli cosa c’? dietro ad un delfino che salta in una piscina azzurra…, ci chiederanno di non portarceli pi?.

  2. Mauro scrive:

    ? vero

  3. nicol? scrive:

    keep it up

  4. nicol? scrive:

    I just feel sorry for all of you

  5. kitula scrive:

    se lo fanno sono davvero crudeli

  6. Anna scrive:

    Non ? giusto che fanno queste crudelt? ai delfini, anche loro sono esseri umani come noi, tutti quelli che hanno scritto a questo sito hanno ragione, e spero che queste cose non succedano pi?.

  7. Eleonora scrive:

    ? veramente triste sentire questa spiacevole notizia, amo molto gli animali e anche io protesterei per difendere questi animali e l’ancerei l’S.O.S al W.W.F. protezione animali….L’unione fa la forza….

  8. Denise scrive:

    Anche io sono d’accordo con tutti voi, ? giusto protestare contro le crudelt? sugli animali.Spero che episodi di questo genere non accadano mai pi?.

  9. Il Conte scrive:

    Mi mancano le parole….si strozzano in gola se solo penso alle immagini…ai loro occhi…poco prima vitali vivaci, ora vitrei… code abituate a sbattere elegantemente nel blu degli abissi misteriosi, ora si agitano in pozzanghere di sudicio sangue ancora caldo…

  10. roberto scrive:

    avete mai nuotato con i delfini?
    ? un’esperienza uncia , indescrivibile !

    date un’occhiata
    http://web.tiscali.it/urios
    salutoni
    Rob

  11. alice scrive:

    Questi giaponesi sono proprio crudeli!!!Cosa avranno contro gli animali???????????????????????????
    Spero che la maggior parte dei Giapponesi diventino piu educati e civili.
    Un saluto a tutti da alice 11 anni

  12. luc scrive:

    nooo,i delfini no.che scandalo!!!

  13. annamaria scrive:

    pochi giorni fa, su italia 1, nel programma rtv, sono state trasmesse scene proprio di questa carneficina :era la prima volta che le vedevo, sono rimasta sconvolta.Ma nessuno fa niente?

Scrivi un commento

Spam protection by WP Captcha-Free

Security Code: