LA TERRIBILE MORTE DI FLUFFY

Fluffy ? solo l’ultimo agghiacciante esempio, l’ultima vittima di chi crede che gli animali siano un giochino del quale tanto, quando si perde la pazienza, ce ne si pu? disfare in libert?, magari a novanta gradi in lavatrice. Vero signora Thacker?
Molti si chiedono perch? io e i tanti che come me spendono la propria vita a salvare e proteggere gli animali e l’ambiente, non ci preoccupiamo di cose pi? “serie”.
Rispondo che ognuno ha un suo ruolo, al quale ? stato destinato oppure ha scelto, e che ritiene di poter fare al meglio.
Io ho deciso di difendere quelli come Fluffy, che non avendo il dono della parola muoiono in silenzio, facendo molto meno rumore delle centrifughe della signora Thacker.
E ritengo questa una difesa serissima e fatta col cuore.
licia

6 Commenti a “LA TERRIBILE MORTE DI FLUFFY”

  1. julysan scrive:

    Ho letto la notizia di Fluffy settimana scorsa sul sito dell’Ansa. Prendere coscienza di un fatto come questo ? stato davvero triste. E’ stato un gesto cruento, vile, vergognoso, disgustoso, ignobile: un gesto privo di senso e sensibilit?, testimoniato anche dal fatto che la “signora” abbia costretto i propri figli ad assistere alla scena. Orrendo.

  2. Marty scrive:

    Cose pi? “serie”!!
    Cosa c’? di pi? serio della denuncia di fatti simili, delle atrocit? che ogni giorno singole persone e multinazionali compiono nei confronti di animali e ambiente?
    La natura ? il pi? grande dono che ci ? stato fatto. Ed ? grazie alla sua evoluzione che la specie umana esiste.
    Non saperlo cogliere, apprezzare, amare e condividere ? la colpa pi? importante di cui oggi l’umanit? deve farsi carico.
    Grazie Licia.
    Grazie da tutte le persone che non riescono a rimanere indifferenti di fronte a crudelt? simili.
    Martina

  3. Vittoria scrive:

    La terribile morte di Fluffy ricorda nelle sue modalit? in maniera impressionante quella del gatto bruciato nel forno ad opera di un “soggetto” biellese che ha inflitto questo supplizio al suo micio per ripicca verso la fidanzata (!!!). Ogni commento ? inutile perch? gli unici possibili sarebbero troppo ingiuriosi per il senso comune. La “signora” inglese ? stata sommariamente punita, lo sar? pure il nostro connazionale? O sarebbero pi? utili per questi individui delle serie cure psichiatriche?

  4. Maria Cecilia Camozzi scrive:

    Di gente cos?, come la signora in questione, ce n’? purtroppo tanta… che non si “limita” agli animali, ma fa lo stesso con i propri figli, per cui l’unico aggettivo che mi viene in mente per un comportamento simile ? “follia”.

    Tuttavia, al di l? della crudelt? vergognosa di cui si ? macchiata la signora Thacker, bisogna riflettere su casi quasi identici per crudelt? e sadismo, accaduti nei secoli e che ancora accadono oggi, volontariamente, in nome del “progresso” della scienza medica… nei laboratori dove si esegue la vivisezione, non accadono cose molto diverse da ci? che ha fatto la Thacker. L’elenco delle persone (medici, biologi, ecc) che si sono comportate in modo “simile” ? lungo; cito ad esempio Claude Bernard (1813-1878), Fran?ois Magendie (1783-1855), Alfred Blalock (inventore della Blalock Press, usata in vivisezione per schiacciare gli arti ai cani senza romperne le ossa), James Ziegler (inventore della sedia metallica per immobilizzare le scimmie negli esperimenti), Horsley, Clarke e tantissimi altri.

    Se ci scandalizziamo per il gesto inconsulto di questa signora, facciamo per? un esame di coscienza, per decidere dove realmente arrivano il nostro amore e il rispetto per i nostri fratelli animali: accettando la vivisezione e le sue conseguenze non siamo diversi da lei, n? tantomeno migliori.

  5. Chiara scrive:

    Cara Licia, non so se leggerai questo mio commento, ma spero di s?. Ho letto quell’articolo della signora che ha messo il gatto in lavatrice per punirlo con la morte a causa di graffi. Non so che dire, proprio leggere quelle righe mi ha sconvolta… ordinaria crudelt?, eppure mi ha colpita… mi sentivo male, perch? io una cosa del genere non riuscirei neanche a immaginarmi di farla… nemmeno da ubriaca… Ma per fortuna ci sono anche persona come te, Licia, che io stimo come poche; ho solo 13 anni, ma tu sei il mio modello. Ah… ho sentito della piccola Liala! Non so come ho potuto aspettarmi un nome banale… (tipo il mio x intenderci… ma a me piace lostesso…!) da una persona come te! Proprio un bel nome! Auguroni a voi 2 (anzi 3!). Baci, Chiara

  6. starelyz scrive:

    ommiodio… ke cose atroci!!! cm si fa a far del male a un gattino o un cagnolino o qualsiasi altro animale??? io io nn so… ? crudele e orrendo. oggi, la vigilia di natale… ripensare a queste cose ? scionvolgente… io ke vagavo x internet a cercare immagini x il cellu ho trovato qst sito. e mi ha sconvolta. grazie a quelli ke sanno difendere gli animali. grazie di cuore.

Scrivi un commento

Spam protection by WP Captcha-Free

Security Code: